• strategie targeting facebook

Facebook Targeting: 5 strategie incredibilmente efficaci [+BONUS]

In tanti articoli e video  abbiamo parlato di Facebook Targeting e di come indirizzare correttamente le tue Ads al tuo cliente ideale. Di fatto, padroneggiare il targeting ti porta a delineare dei segmenti di persone altamente motivate ad interagire con il tuo prodotto. 

In questo articolo parleremo di 5 strategie di targeting semplici ma molto efficaci.

 

 

1. Facebook Targeting: Opzione “Behavior”.

La maggior parte delle persone ignora che, nel 2013, Facebook ha stretto degli accordi con delle società come Epsilon, Acxiom e Datalogix, compagnie che hanno accesso ad una quantità incredibile di dati riguardanti le nostre transazioni. Solo per fare un esempio, Acxiom da sola ha un database in cui sono salvate informazioni su più di 500 milioni di acquirenti in tutto il mondo.

Con un accordo simile, Facebook ha cominciato a sapere molte cose riguardo a quello che facciamo. In termini di tempo, eventi e soldi.

Ti stai per sposare? Stai comprando regolarmente delle medicine per l’ipertensione? Ti piacciono i gialli? Probabilmente Facebook ne è al corrente. 

Questo – oltre ad essere inquietante – ha dato la possibilità a tutti gli inserzionisti di raggiungere molti più utenti di quanti se ne possano delineare tramite la semplice targetizzazione per interessi, ma soprattutto attingere alle informazioni raccolte dai programmi fedeltà dei negozi di tutti i tipi ed abbinate ai singoli profili utente.

Questo significa targetizzare in base al comportamento, il “behaviour“. Ed ecco come si usa.

Nell’ads manager create la vostra campagna, a livello di adset – ovvero dove stabilite gli interessi – cliccate su “behaviour” ed avrete una lista delle opzioni con cui potete targetizzare.

targeting facebook behaviour

Per ogni categoria Facebook mostra quanti dei suoi profili corrispondono al nostro criterio di ricerca, basandosi sui dati raccolti offline.

Le opzioni sono davvero tante in questa categoria, qualcuno di voi l’ha già provata?

 

 

2. Targeting di eventi o “Life Events”

Alcuni business o compagnie sono specializzate nella vendita di prodotti legati a determinati eventi importanti. Una ditta di traslochi, per esempio, vorrà mettersi in contatto con delle persone che hanno appena acquistato un appartamento nuovo. I fotografi di matrimoni vorranno sponsorizzare chi si è appena fidanzato ufficialmente. 

Siccome la maggior parte delle persone tende a condividere online questi grandi cambiamenti, elife events fb
specialmente su Facebook in cui è presente l’opzione per gli eventi importanti, viene da sé che questo social sta raccogliendo un quantitativo non indifferente di informazioni senza dover andare troppo lontano da casa.

life events on facebook adsSempre a livello di Adset, i “Life Events” sono stati spostati all’interno della sezione demografica. Una particolare attenzione, a mio parere, va data alla voce “Amici di..” in cui possiamo trovare diverse opzioni interessanti. Questo parametro è unico nel suo genere, in quanto da’ la possibilità di targetizzare le persone in un momento specifico della loro vita, che sia durante o poco dopo. Ad esempio una T-shirt su quanto sia incredibile la ragazza di Pippo, potrebbe essere sponsorizzata a persone che stanno per ( o hanno appena celebrato ) il loro primo anniversario. Gli intervalli di tempo disponibili sono 3 mesi, 6 mesi ed 1 anno.

 

 

3. Costruire un impero di fedeli clienti grazie a Facebook Custom Audiences.

Facebook Custom Audience è un’opzione avanzata che ti permettere di connetterti con i tuoi contatti esistenti. Se hai già una base di clienti ( possano essere di una campagna precedente o di una lista di email che hai raccolto tramite altre attività online ed offline ), sponsorizzare il tuo prodotto su Facebook  può rinforzare il tuo brand e darti l’opportunità di aumentarne il valore agli occhi dei tuoi clienti, la fidelizzazione e soprattutto gli acquisti.

Può anche essere sfruttato al contrario, ovvero escludendo la lista clienti che già hai dal tuo targeting, in maniera tale da aumentarne l’efficienza evitando click inutili sul post. Ad esempio se state proponendo un prezzo lancio per i nuovi clienti, non c’è motivo di farlo vedere anche a quelli che hanno già acquistato.

Per crearne una basterà andare sul nostro ads manager, cliccare su tools e poi audience.custom audience Selezionate “Create audience” e vi apparirà un menù come quello mostrato qui a destra.

Le Audience personalizzate possono essere create in tre modi, tramite il pixel di retargeting, una lista in formato .CSV o .TXT oppure un pixel che monitora l’attività di un’app ( non è il nostro caso ).

Adesso, all’interno dell’ads manager, sempre a livello di adset, possiamo decidere se includere o escludere la nostra audience.

custom audience

 

 

 

 

4. Espandere il proprio business ai Lookalike.

Le audience Lookalike sono il passo logico da fare una volta che avrete una buona custom audience. Sia che l’abbiate costruita con il pixel di retargeting, sia con una lista di contatti già esistenti. Ed anche in caso non abbiate una custom audience adeguata, potrete riferirvi alla vostra Fan Page.

Il lookalikes è una strategia per espandere il vostro reach continuando a targetizzare persone che hanno dimostrato degli interessi comuni ai vostri fan/clienti. In pratica crea un’audience che assomiglia al vostro target. 

 

 

 

5. Stratificare e segmentare

La cosa davvero potente di Facebook ads è l’abilità che ha di stratificare le opzioni di targeting, rendendo la vostra audience sempre più specifica.

Potete utilizzare una combinazione di comportamento, demografia e geolocalizzazione per ridurre la vostra audience ai minimi possibili. Ad ogni modo, la cosa più utile è la possibilità di abbinare offerte e post sponsorizzati a diversi segmenti dell’audience.

Ad esempio la grafica di un post può essere accattivante per un ragazzo di 25 anni, ma non per uno di 50. Eppure il tuo prodotto è adatto ad entrambi. Allora perché non provare due grafiche differenti per ogni segmento?

Se sei in grado di comprendere le necessità, la mentalità ed il modo di pensare di tutti i tuoi clienti, allora potrai segmentare le tue ads e comunicare con ognuno di loro nella maniera giusta. 

[BONUS]: La migliore strategia è diversificata e comprensiva.

Non bisogna scegliere una sola di queste strategie e portarla avanti, sperimentatele tutte e cercate di capire quale si adatta meglio a chi.

Create Buyer Personas, i clienti ideali. Chi sono? Dove vivono? Qual è la loro posizione lavorativa? Cosa fanno nel tempo libero? Come si possono tradurre queste informazioni in parametri di targetizzazione?

Se sei a corto di domande, guarda l’albero del targeting che abbiamo creato in questo articolo.

Identificare il vostro cliente ideale vi porterà alla migliore strategia di advertising per la vostra t-shirt!

Garantito.

Scritto da:

Avatar